Riduzione o Sollevamento Seno

• Mastoplastica Riduttiva • Mastopessi • Ginecomastie
  Mastoplastica riduttiva (riduzione del volume)

Viene eseguita in anestesia generale con ricovero di uno o due giorni. Per poter ridurre le mammelle, bisogna che la paziente accetti la presenza di cicatrici che sono posizionate attorno all’areola, dall’areola al solco sottomammario e nel solco sottomammario. Le cicatrici normalmente sono poco visibili, ma dipende molto dalla cicatrizzazione della paziente. Nei casi di mammelle molto voluminose, o di valori di emoglobina bassi, si fanno eseguire alla paziente delle autoemotrasfusioni ( prelievo di sangue della paziente il mese che precede l’intervento), per poi trasfonderlo alla fine dell’intervento.E’ necessario eseguire, oltre ai normali esami pre-operatori, anche la mammografia. I punti di sutura vengono rimossi dopo dieci o quindici giorni ; la paziente dovrà portare per un mese un reggiseno sportivo.L’attività lavorativa può essere ripresa dopo otto giorni, quella sportiva dopo un mese.

Mastopessi (sollevamento del seno)

L’intervento corregge la ptosi (caduta) delle mammelle, risollevando il complesso areola-capezzolo in posizione giovanile. L’intervento viene eseguito in anestesia generale con ricovero di un giorno.Le incisioni chirurgiche, e quindi le cicatrici che ne residuano, sono attorno all’areola, dall’areola al solco sotto mammario e a volte anche nel solco mammario. Le cicatrici normalmente sono poco visibili, ma molto dipende dalla cicatrizzazione della paziente. E’ necessario eseguire, oltre ai normali esami pre-operatori, anche la mammografia.I punti di sutura vengono rimossi tra i dieci e i quindici giorni , la paziente dovrà portare per un mese un reggiseno sportivo. La ripresa dell’attività lavorativa può avvenire dopo otto giorni, quella sportiva dopo un mese.